[REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA] Turismo: inaugurata 16ma edizione Sapori Pro Loco

da

Bolzonello, sistema Pro loco ha fatto della professionalità la
spina dorsale dell’accoglienza

Passariano (Codroipo), 14 mag – Taglio del nastro stamattina
nell’esedra di Villa Manin di Passariano per la 16ma edizione di
Sapori Pro Loco, la manifestazione enogastronomica organizzata
dal Comitato regionale del Friuli Venezia Giulia dell’Unione
nazionale delle pro loco d’Italia.

“Il sistema Pro loco ha fatto della professionalità la spina
dorsale dell’accoglienza” ha sottolineato il vicepresidente della
Regione, Sergio Bolzonello, intervenendo alla cerimonia
inaugurale.

“Un evento straordinario che offre una narrazione del nostro
territorio attraverso l’enogastronomia”, così Bolzonello ha
definito Sapori Pro Loco ringraziando “il sistema delle pro loco
che ha fatto un salto di qualità in questi anni, continuando
necessariamente a fondarsi sul volontariato. Ai volontari va il
nostro grazie per il servizio prestato alla comunità locale e
regionale nel far godere appieno i prodotti della nostra terra”.

Sono centinaia i volontari al lavoro oggi e dal 19 al 21 maggio
negli stand delle 38 pro loco, proponendo 92 piatti tipici, con 7
birre artigianali e 40 vini a prezzi compresi tra 1,5 e 4,5 euro
a degustazione.

I costi dei menu, come ha ricordato il presidente del Comitato
regionale pro loco, Valter Pezzarini, sono rimasti invariati per
garantire all’evento la matrice di un percorso di degustazione
attraverso i sapori del Friuli Venezia Giulia, attribuendo
marginalità al profilo commerciale.

La centralità del volontariato, della qualità dell’offerta
enogastronomica, dell’unione in un unico evento di aspetti di
storia, identità, tradizione per l’efficacia dell’offerta
turistica sono stati sottolineati anche dal sindaco di Codroipo
Fabio Marchetto e dall’assessore alle attività del tempo libero
della Provincia di Udine, Beppino Govetto.

La necessità di una crescente tutela delle tipicità locali nel
mercato internazionale è il tema su cui si è soffermata
l’europarlamentare Isabella De Monte, che ha ricordato le
numerose segnalazioni giunte all’Unione europea per uno scorretto
utilizzo dei marchi italiani, in particolare, più recentemente,
per l’abuso della denominazione “prosecco”.

L’evento si è arricchito quest’anno della collaborazione con
Italian chair district, che ha fornito le sedie per
l’allestimento dello spazio incontri, prodotte da 8 aziende del
distretto della sedia di Manzano.

Un ulteriore arricchimento della manifestazione giunge dal
programma degli eventi collaterali, una trentina nei due week
end, tra cui la mostra “Blue Dust” di Andrea Pertoldeo e il
percorso narrativo “Caccia alle favole nel parco di Villa Manin”
con l’illustratore friulano Francesco Tullio Altan, organizzate
dall’Ente regionale patrimonio culturale (ERPAC).

All’inaugurazione hanno preso parte, tra gli altri, il direttore
di Promoturismo Fvg, Marco Tullio Petrangelo, i consiglieri
regionali Paride Cargnelutti e Riccardo Riccardi, il direttore
dell’Ersa, Paolo Stefanelli, il comandante del 2′ Stormo
dell’aeronautica militare con base a Rivolto, colonnello Edi
Turco.
ARC/SiSa/ppd

Fonte: Regione Friuli Venezia Giulia