Discarica abusiva località Tavolaia, Marginone: in corso la bonifica e la messa in sicurezza dell’area

da
Advertising


DISCARICA ABUSIVA LOCALITÀ TAVOLAIA: IN CORSO LA BONIFICA E LA MESSA IN SICUREZZA DELL’AREA

Altopascio, 24 luglio 2021 – Dopo più di 10 anni di inerzia, è in corso la bonifica della discarica abusiva di località Tavolaia, a Marginone: un luogo che l’amministrazione D’Ambrosio ha sottratto alla criminalità e che ora, dopo averlo acquisito al patrimonio comunale, sta bonificando e mettendo in sicurezza. Non solo: grazie allo stanziamento di circa 60mila euro, l’amministrazione comunale ha recintato l’area (chiudendola) e ha provveduto a eliminare i materiali pericolosi che erano stati colpevolmente ammassati su quel terreno, dopodiché procederà alla rimozione degli abusi edilizi compiuti (un’abitazione completata e le fondamenta di un’altra casa) e alla completa pulizia, liberandola finalmente da rifiuti di ogni genere. Eternit, pneumatici, carcasse di auto, auto intere, scarti di edilizia, scarti tessili, rifiuti sparsi, cemento, vernici, scarti in legno. E ancora un immobile, in muratura, adibito a casa completamente abusivo e, nascoste dalla vegetazione, le fondamenta di una nuova casa, con tanto di base in cemento armato. Questo è ciò che le ditte incaricate dal Comune stanno procedendo a ripulire e a togliere: un’operazione complessa, di cui sono state interessate e coinvolte anche le forze dell’ordine. Sono infatti in corso le attività ispettive della Polizia Municipale di Altopascio in sinergia con gli altri operatori di polizia, mentre, grazie alla videsorveglianza ambientale del Comune, sono già stati presi provvedimenti nei confronti del responsabile degli scarichi. “Per oltre 10 anni la discarica di Tavolaia è rimasta terra di nessuno, un luogo lontano da qualsiasi concetto di legalità e di rispetto per l’ambiente – commentano il sindaco, Sara D’Ambrosio e l’assessore alla pianificazione del territorio, all’urbanistica e all’ambiente, Daniel Toci -. Chi ci ha preceduto non ha letteralmente mosso un dito per acquisire il terreno al patrimonio pubblico e per procedere con la bonifica. Quando eravamo all’opposizione sollevammo la questione e ci venne addirittura risposto di andare noi a mettere in sicurezza l’area, visto che ci vedevano tanto gagliardi. In questi cinque anni abbiamo lavorato per rendere Altopascio un paese più giusto, mettendo finalmente mano agli abusi e ripristinando la legalità. E per questo dobbiamo ringraziare anche tutti gli uffici tecnici del Comune per lo sforzo e le difficoltà che in questi anni hanno superato per difendere il territorio”. “I cittadini di Marginone – conclude il presidente del consiglio comunale con delega alla frazione di Marginone, Sergio Sensi – hanno dovuto subire per anni l’arroganza di chi ha utilizzato l’area per costruire qui una discarica a cielo aperto a due passi dalle case. Oggi è iniziato un percorso nuovo: rimuovere i rifiuti e togliere gli abusi richiede tempo, sono operazioni delicate e complesse, ma sono in corso e andranno avanti. La bonifica significa, infatti, riconquistare il territorio sia dal punto di vista ambientale sia da quello della legalità”.

Advertising