Press ESC to close

Baldini e Pasquinelli (Lega): “Il futuro di Geal, l’amministrazione di Lucca non è in ritardo”

“I gruppi consiliari di opposizione nel consiglio comunale di Lucca, cominciando dal Pd e dal suo capogruppo Francesco Raspini, non perdono occasione per attaccare, in maniera irresponsabile, sia il sindaco di Lucca sia la sua maggioranza perché, secondo loro, hanno reagito in ritardo rispetto al destino di Geal e al futuro dell’acqua a Lucca. Rimarcando così un approccio divisivo ed esclusivamente partitico e correntizio, che rischia di compromettere il lavoro della giunta di Lucca, che è impegnata a giocare ogni carta utile alla salvaguardia di Geal, e a costruire i presupposti per riunire l’intero settore idrico del territorio lucchese sotto un’unica direzione”. Così Massimiliano Baldini, consigliere regionale del partito Lega insieme ad Armando Pasquinelli, capogruppo della Lega a Palazzo Santini.

Futuro di Geal, l’opposizione suona la sveglia al sindaco: “L’1 luglio partono le procedure per il subentro in Gaia”

“La posizione espressa dal Pd di Lucca (o almeno da una parte di esso) – che sacrifica il bene della città a causa di mere posizioni di potere in vista delle prossime elezioni regionali – rischia di danneggiare e rendere più difficile il lavoro che Mario Pardini e la sua amministrazione a Lucca, ma anche la Lega a Firenze, stanno svolgendo con pazienza certosina per salvaguardare il valore di Geal e per preparare i presupposti di una gestione unificata del servizio idrico in Lucchesia attraverso l’introduzione di sub-aree su base provinciale”.

“Insieme al sindaco di Lucca, abbiamo sotto controllo tutti i processi amministrativi che riguardano l’argomento dell’acqua nella nostra zona – dichiara il capogruppo della Lega, Armando Pasquinelli – sappiamo su quali strategie legali puntare per tentare di salvare Geal, stiamo in contatto con Ait e conosciamo bene i passaggi procedurali che saranno avviati presto; abbiamo presente il lavoro svolto in Commissione con le numerose audizioni effettuate; discutiamo con tutti i referenti dei gestori nella Provincia di Lucca – Geal, Gaia e Acque – così come con le amministrazioni comunali di riferimento e naturalmente siamo in linea con la proposta di legge presentata dalla Lega nel Consiglio Regionale a Firenze, il cui primo firmatario è proprio il nostro consigliere Massimiliano Baldini”.

Quindi, contrariamente a quanto sostiene l’opposizione, non siamo in ritardo, ma – continua Armando Pasquinelli – rispetto al Pd e al sinistra lucchese, agiamo con cautela e prudenza, non in maniera sguaiata come l’opposizione ed altri hanno fatto in questi giorni, rischiando di indebolire il percorso già difficile. Se il Pd lucchese tiene a cuore il futuro di Geal e della riunificazione del suo distretto idrico – aggiunge Massimiliano Baldini – invece di fare rumore attaccando Mario Pardini, dovrebbe innalzare la voce sia a Palazzo del Pegaso che a Palazzo Strozzi Sacrati e fare in modo che la proposta di legge della Lega sia discussa e approvata quanto prima nel Consiglio regionale; tale proposta stabilisce proprio quei presupposti, mantenendo al contempo l’acqua fuori dalla multiutility, invece di chiudersi nelle battaglie politiche di retroguardia a vantaggio di un gestore piuttosto che di un altro, a seconda di come va il vento delle nomine elettorali”.

“A Lucca – concludono Massimiliano Baldini e Armando Pasquinelli – il Pd deve smettere di obbedire a Firenze e deve capire che la lotta per salvare la nostra preziosa risorsa idrica sarà possibile solo se si stabiliscono larghe convergenze, anche trasversali, unite dalla consapevolezza del proprio territorio e dalla determinazione a far valere le ragioni e gli interessi della Lucchesia contro il solito predominio fiorentino”.

2024-06-24 13:07:00