LIVORNO Primo Piano – Prevenire il disagio sociale, familiare e individuale: un anno di iniziative all’InfoPoint del Mercato Centrale

da

Livorno –


Infopoint: punto di ascolto e informazione per i disagi sociali

A partire da venerd 12 maggio

Prevenire il disagio sociale, familiare e individuale: un anno di iniziative all’InfoPoint del Mercato Centrale

In programma tanti incontri con esperti e testimonianze dirette su temi di grande attualità quali violenza domestica, diritti LGBT, anziani fragili e dipendenze

Livorno, 9 maggio 2017 – Violenza domestica, diritti LGBT, anziani fragili, dipendenze di vario genere. Sono solo alcune delle tematiche che saranno dibattute nel corso dell’anno all’Info Point, il servizio di supporto sociale nato un anno fa al banco 46 del Mercato Centrale con l’obiettivo di offrire alla cittadinanza un punto di ascolto e  informazione sui servizi cittadini di tipo privatistico e associativo attivi sul territorio.
A presentare il ricco programma delle iniziative, nella conferenza stampa di martedì 9 maggio al Mercato Centrale, sono state l’assessore al sociale  Ina Dhimgjini, l’assessore al Commercio Paola Baldari e la presidente dell’Associazione Ippogrifo Maria Giovanna Papucci, alla presenza dei rappresentanti delle numerose associazioni che sostengono  l’Infopoint.

Gli incontri in programma saranno tenuti da esperti delle varie materie e accompagnati da testimonianze di esperienze dirette. Si comincia subito nel mese di maggio: venerdì 12 è in programma un incontro sulle giovani generazioni, con approfondimenti legati alle dipendenze, alle malattie correlate e alla prevenzione, mentre venerdì 26 l’appuntamento sarà dedicato ai temi della genitorialità e della famiglia oggi. Gli incontri si svolgeranno dalle ore 16 alle 18 al Banco 46 Infopoint e saranno coordinati dalla presidente dell’associazione Ippogrifo, capofila del progetto Infopoint.

Soddisfazione è stata espressa dall’assessore al sociale Ina  Dhimgjini “L’Infopoint sociale ci ha presentato un ricco programma di iniziative che abbiamo colto con piacere soprattutto alla luce del fatto che queste rappresentano una importante occasione per riflettere e dialogare sulla recente legge di riforma del terzo settore che, appunto, ancora lascia aperti molti punti irrisolti. Infatti, se da un lato lo scopo dovrebbe essere quello di poter esaminare due principali aspetti (rapporto tra enti del terzo settore ed ente pubblico nonché la valutazione dell’impatto sociale) dall’altro le associazioni sono esse stesse chiamate a realizzare una gestione sempre più autonoma e indipendente dal settore pubblico. Il tutto in un quadro complessivo nel quale le associazioni rappresentano un punto di incontro importante per i cittadini e le associazioni. Credo – conclude Dhimgjini – che soprattutto a livello locale, in presenza di risorse che sono sempre meno disponibili, sia necessario puntare su un welfare ben radicato sul territorio, capace di intercettare i principali bisogni dei cittadini e di facilitare un confronto continuo con tutti i soggetti già pienamente attivi nei diversi ambiti”.

Questo il programma completo delle iniziative fino a dicembre di “Un percorso di dialogo con la comunità livornese, a partire da storie concrete”:

  • 12 Maggio 2017
    “# Giovani Generazioni”
  • 26 Maggio 2017
    “Genitorialità e Famiglia Oggi”
  • 16 Giugno 2017
    “Abitare Livorno: una risposta all’aumento di bisogni abitativi che sta divenendo una vera e propria emergenza sociale”  
  • 22 Settembre
    “Conoscere e contrastare il cyber – bullismo:  cause e conseguenze”  
  • 20 Ottobre 2017
    “Le parole per stare insieme: superare i pregiudizi, le diffidenze delle diversità”
  • 17 Novembre 2017
    “Violenza domestica: i diritti di donne e minori”  
  • 15 Dicembre 2017
    La solitudine di anziani e familiari”

Si ricorda che l’Info Point è aperto al banco 46 del Mercato Centrale dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle 12.30.

Il progetto “Info Point” comprende, in forma integrata, un’ampia rete di soggetti del mondo associativo livornese e del terzo settore, che contribuiscono a soddisfare le varie richieste degli utenti mettendo a disposizione servizi e risorse. Capofila è l’associazione Ippogrifo che ha coinvolto i soggetti partner delle rete “Alba Rosa” ovvero l’SVS, la Fondazione Caritas, il Centro Servizi Donne Immigrate (CeSDI) e l’associazione Hermanas Miraba; collaborano e supportano le iniziative del  Banco46: Alcat Livorno, ARCI solidarietà, Associazione Progetto Vita, Agedo Livorno, Coop. Sociale Arnera, Associazione Disabilandia, Ufficio Politiche per la Disabilità CGIL Livorno.

Gurada qui sotto la fotogallery